La sentenza relativa all’azione a danno dell’Emittente diventa definitiva

Desideriamo informarti che il verdetto del Tribunale distrettuale di Warszawa-Praga a Varsavia del … 20 agosto 2020 (riferimento del caso: III K 1185/19). È stata resa giuridicamente vincolante da una decisione del Tribunale distrettuale di Varsavia-Praga a Varsavia del 19 novembre 2004. 28 aprile 2022, 4ª Divisione d’appello penale (rif. VI Ka 1229/20). La sentenza è stata emessa a seguito di un appello dell’imputato. L’appello è stato respinto nella sua interezza.

In base all’ordinanza della Corte, il condannato è stato riconosciuto colpevole delle accuse e condannato a 1 anno e 6 mesi di reclusione per il reato di cui all’Art. 286 par. 1 w zw. di Art. 12 par. 1 del Codice Penale. Inoltre, la Corte ha stabilito l’obbligo di riparare il danno e di pagare l’importo di 20.000 PLN (ventimila zloty) alla Società. Allo stesso tempo, il Consiglio di Amministrazione dell’Emittente spiega che l’atto proibito ha avuto luogo nel 2018 e, al sospetto di un reato, è stato immediatamente segnalato alle autorità competenti. Grazie alla rapida reazione dell’allora Consiglio di Amministrazione della Società e alla cessazione della collaborazione con l’accusato, gli interessi dell’Emittente sono stati messi al sicuro da possibili ulteriori perdite.